Parma: 10 cose da fare e da vedere

Itinerario aggiornato il giorno: 08/06/2024

Cosa vedere e cosa fare a Parma, la città del gusto, della musica e città creativa UNESCO. Numerosi i gioielli artistici presenti, come la Pilotta, la Camera di San Paolo, il Duomo ed il Battistero.


  • Italiano
  • Euro
  • UTC +1

Parma: 10 cose da fare e da vedere

In questo articolo vi portiamo alla scoperta di Parma, perla dell’Emilia Romagna. La città è conosciuta per essere la Città del Gusto grazie ai suoi prodotti culinari succulenti. Parma è anche la città della musica, grazie alla presenza del Teatro Regio, uno dei più importanti in Italia per l’opera lirica. L’importanza della musica a Parma si evince anche grazie al maestro Arturo Toscanini, che è nato in città.

Nel 2020 è stata eletta Capitale della Cultura Italiana, grazie anche alla ricchezza storica della città ed alla presenza di ben 330 beni culturali, tra i quali 34 archeologici e 296 architettonici. Tra i tesori artistici che si possono ammirare a Parma ci sono il Duomo ed il Battistero, il Palazzo della Pilotta e la Camera di San Paolo. La città si visita facilmente a piedi o comunque con l’ausilio dei mezzi pubblici.

Parma centro

DUOMO DI PARMA

In Piazza del Duomo a Parma si trova il Duomo, il Battistero ed il Palazzo Vescovile. Il Duomo dedicato a Santa Maria dell’Assunta è uno dei capolavori più importanti dell’architettura romanico-gotica italiana. La sua costruzione iniziò nel 1059 e si protrasse per circa due secoli.  L’interno è a croce latina, con tre navate di sette campate ciascuna. Il transetto e l’abside sono rialzati e preceduti da una lunga scalinata in marmo rosso. La cupola, affrescata dal Correggio con l’Assunzione della Vergine, è uno dei capolavori dell’arte italiana del Cinquecento. All’interno si trovano diversi capolavori artistici; tra i più meritevoli citiamo i bassorilievi di Benedetto Antelami, il Polittico di Mantegna ed i vari affreschi del Correggio.

Duomo di Parma
Duomo di Parma

BATTISTERO DI PARMA

Il Battistero venne realizzato da Benedetto Antelami e consacrato nel 1270. L’esterno è in marmo rosa di Verona, a forma di prisma ottagonale. La facciata è ricca di sculture e bassorilievi che raffigurano scene bibliche e figure di santi. All’interno si trovano opere di grande pregio, come i bassorilievi di Antelami che rappresentano la Genesi e la storia di San Giovanni Battista. Meravigliosa anche la fonte battesimale e la cupola affrescata con il Giudizio Universale.

Il Battistero di Parma è considerato uno dei capolavori dell’arte romanico-gotica italiana ed è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1996. Sempre in Piazza Duomo sorge il palazzo vescovile. Il palazzo è stato la residenza dei vescovi di Parma per secoli. Pensate che nel 1545 ospitò anche Papa Paolo III.  Attualmente ospita il Museo Diocesano di Parma con opere d’arte dal Medioevo al XIX secolo.

Battistero Parma
Battistero di Parma

CASTELLO DEI BURATTINI

A Parma si trova un museo alquanto particolare, dedicato ai burattini. Il museo si trova in una bellissima location, l’interno del ex monastero di San Paolo. Venne inaugurato nel 2002 e dedicato a Giordano Ferrari, burattinaio e collezionista parmigiano. Attualmente la collezione ospita oltre 2840 pezzi tra marionette, pupi, burattini e pupazzi. Molto interessante anche la sezione dedicata ai cartoni che hanno animato la tv negli anni 80, come il famoso Uan. All’interno si trova anche un archivio cartaceo consultabile ed una sezione dedicata all’attività di produzione artistica della famiglia Ferrari. L’ingresso al museo è gratuito.

Castello Burattini Parma
Castello Burattini Parma

CASA NATALE DI ARTURO TOSCANINI

Per gli amanti della musica classica, la casa di Arturo Toscanini è un luogo da non perdere in quel di Parma. In questo luogo nacque il celebre maestro Toscanini, il 25 marzo 1867. Arturo visse in questa casa per pochi anni, ma nel 1967 i figli del maestro la acquistarono, la donarono alla città e ne fecero un museo. L’ingresso del museo è il salone d’entrata dove sono esposte le varie onorificenze di Toscanini.

Al primo piano, si visita la stanza natale, dove sono esposti cimeli appartenenti al maestro e si passa poi alla stanza della musica, dove si trovano vari documenti e manoscritti. Si passa poi al cucinino ed alla stanza del pianoforte. Al piano superiore si può assistere ad una proiezione sulla vita di Arturo Toscanini. L’ingresso è gratuito.

Casa Natale Toscanini Parma
Casa Natale Arturo Toscanini

MONASTERO E CAMERA DI SAN PAOLO

La Camera di San Paolo è lo spazio più conosciuto ed apprezzato dell’ex monastero di San Paolo, utilizzato in passato come luogo di clausura e scuola femminile. La Camera di San Paolo è una stanza a forma quasi cubica, decorata con affreschi sulla cupola e con arazzi alle pareti. L’ambiente fu affrescato dal Correggio, che realizzò uno dei capolavori d’arte italiana. Correggio dipinge l’ambiente raffigurando il tema della caccia e associandoci la badessa Giovanna da Piacenza.

Camera di San Paolo Parma
Camera di San Paolo

TEATRO REGIO

Il Teatro Regio è uno tra i più importanti teatri della tradizione lirica italiana. La facciata è in stile neoclassico e l’interno è riccamente decorato con stucchi e dorature ed il soffitto della sala rappresenta le figure dei grandi drammaturghi, quali Seneca e Goldoni. La sala è a ferro di cavallo e presenta quattro ordini di palchi e un loggione. Il Teatro venne inaugurato nel 1829 con l’opera Zaira di Vincenzo Bellini, alla quale seguirono opere di altri compositori illustri quali Verdi e Toscanini.

Attualmente il Teatro ospita la stagione lirica e concertistica, spettacoli di danza e viene utilizzato per mettere in scena alcune rappresentazioni realizzate dai bambini. Il Teatro è aperto alle visite guidate in determinati giorni dell’anno. Per essere aggiornati sugli orari di apertura e di visita vi rimandiamo al sito ufficiale Teatro Regio di Parma.

Teatro Regio Parma
Teatro Regio di Parma

COMPLESSO MONUMENTALE DELLA PILOTTA

La Pilotta è un complesso di edifici che si trovano nel centro storico di Parma. Gli edifici furono fatti costruire per volere dei Farnese nel 1583 ad integrazione delle residenze ducali. Farnese voleva unire la “Rocchetta Viscontea” al Palazzo Ducale, costruendo una vera e propria cittadella, unita da corridoi comunicanti. Il nome Pilotta deriva dal gioco della pelota, che veniva praticata nei giardini del Palazzo, durante occasioni di rappresentanza. Il complesso venne quasi completamente distrutto nel 1944, durante un bombardamento. Dopo vari atti di riqualificazione, il Complesso della Pilotta così come lo vediamo ora, vide la luce nel 2001.

Palazzo Ducale Parma
Palazzo Ducale

La Pilotta, attualmente, è composta da 5 edifici: il Museo Archeologico, il Teatro Farnese, la Galleria Nazionale, la Biblioteca Palatina ed il museo Bodoni. Il Museo Archeologico di Parma è il più antico d’Italia ed ospiti reperti provenienti dalla città romana di Veleia, oltre a materiale di epoca egizia, etrusca e romana. La Galleria Nazionale ospita una ricca collezione di opere d’arte, dal trecento al novecento, tra cui dipinti di Correggio, Parmigianino, Mantegna e Botticelli. Il Teatro Farnese, costruito nel 1618 come teatro di corte, fu il primo teatro moderno dell’Occidente. Progettato da Giovan Battista Aleotti, il Teatro fu il primo ad avere un sistema per scenografie mobili. Attualmente il teatro non è utilizzato per rappresentazioni.

Teatro Farnese Parma
Teatro Farnese Parma

Il Complesso Monumentale della Pilotta ospita anche la Biblioteca Palatina, inaugurata nel 1769. Le sale vennero progettate dagli architetti Petitot e Bettoli, in perfetto stile illuminista. La biblioteca attualmente ospita un’ampia collezione di libri, manoscritti, incunaboli e stampe.

Sempre nel complesso della Pilotta, ha sede il museo Bodoni, inaugurato nel 1962 in occasione del 150° anniversario della morte di Giambattista Bodoni. Bodoni era un tipografo piemontese che ha reso Parma la capitale mondiale della stampa a partire dalla seconda metà del XVIII secolo. Attualmente il museo è composto da migliaia di edizioni bodoniane, alcune realizzate in seta e pergamena. Comprende anche il carteggio di Bodoni, costituito da circa 12.000 lettere, e strumenti tipografici della sua stamperia. Il biglietto d’ingresso al Complesso Monumentale della Pilotta permette l’accesso a tutti e 5 gli edifici.

Complesso della Pilotta

PARCO DUCALE

Nel cuore della città si trova il Parco Ducale, il polmone verde della città con i suoi 208700 metri quadrati. Il parco nacque per volere di Ottavio Farnese, che volle creare un giardino attorno a Palazzo Ducale, che si trova al centro del giardino. E’ il luogo ideale per passeggiare, oppure rilassarsi leggendo un libro. Molto carino il lago dove si trovano diversi animaletti acquatici e l’isolotto su cui è posta la fontana del Trianon.

Parco Ducale Parma
Parco Ducale

BASILICA DI SANTA MARIA DELLA STECCATA

In Via Garibadi a Parma si trova uno dei capolavori del rinascimento e barocco italiano, la Basilica di Santa Maria della Steccata. La basilica fu realizzata tra il 1521 e il 1539 e presenta una pianta centrale a croce greca, con quattro bracci di uguale lunghezza. Ospita all’interno diversi capolavori artistici tra cui “Tre vergini savie e tre vergini stolte” del Parmigianino. La cupola è affrescata da Bernardino Gatti con l’Assunzione della Vergine.

Basilica Santa Maria della Steccata Parma
Basilica Santa Maria della Steccata

CHIESA DI SAN GIOVANNI EVANGELISTA

Uno dei più importanti esempi di architettura rinascimentale a Parma è la Chiesa di San Giovanni Evangelista. La chiesa presenta all’interno diverse opere di Correggio, Parmigianino e Giovanni Antonio Bazzi. Tra le opere più importanti citiamo “La Deposizione” di Parmigianino, “La Madonna della Rosa” di Bazzi e la cupola affrescata dal Correggio con il Transito dell’Evangelista Giovanni.

Chiesa San Giovanni Evangelista Parma
Chiesa San Giovanni Evangelista

BOTTEGA BARILLA

In centro città si trova Bottega Barilla, sita nella storica bottega aperta da Pietro Barilla nel 1877. L’interno è un piccolo museo che racconto come viene creata la pasta, che noi amiamo tanto mangiare. Un video ci racconta come funzionava l’antico laboratorio. L’area espositiva ci permette di comprendere i vari tipi di pasta ed il processo di produzione. Particolare attenzione viene posta sulla lavorazione della pasta al bronzo. Interessanti anche i vari modelli di pasta 3D esposti. L’ingresso e la visita sono gratuiti. Per informazioni su orari e giorni d’apertura vi rimandiamo al sito ufficiale Bottega Barilla di Parma.

Bottega Barilla Parma
Bottega Barilla Parma

COME ARRIVARE A PARMA

In auto: Parma è raggiungibile comodamente in auto in quanto è raggiunta da diverse arterie autostradali. Sull’autostrada A1 è presente l’uscita Parma Ovest o Parma Est e sull’autostrada A15 l’uscita di Parma. Il centro storico è zona ZTL, quindi potete posteggiare nei vari parcheggi a pagamento poco prima, oppure ai parcheggi scambiatori e poi raggiungere il centro con i mezzi pubblici. Noi vi consigliamo di lasciare l’auto al parcheggio della stazione, a pagamento, ma comunque a cifre accettabili e poi di raggiungere il centro a piedi.

In treno: la stazione di Parma è collegata alle maggiori città italiane grazie ai treni Frecciarossa, Frecciabianca, Intercity e regionali. Una volta raggiunta la stazione, potete raggiungere il centro cittadino a piedi.

In aereo: l’aeroporto Giuseppe Verdi si trova a circa 3 km dalla città. Una volta atterrati potete raggiungere il centro con un comodo servizio navetta.

Cosa fare a Parma