Una full immersion nella mente di un viaggiatore estremo

Itinerario aggiornato il giorno: 21/09/2023

Cosa significa prepararsi a un viaggio estremo in solitaria ? Francesco Pierini, sviluppatore del progetto di viaggi estremi di nome Free Wheels Adventure ci aprirà le porte della sua mente per raccontarci come si sta preparando per la sua prossima avventura.


Una full immersion nella mente di un viaggiatore estremo

Sto pianificando di viaggiare da solo dal punto più a sud a quello più a nord della Nuova Zelanda in sella alla mia bicicletta, una distanza di circa 2800 km. Quando mi chiedono perché lo faccio di solito rispondo perché no?

Ponte Sospeso

Preparare la mente e il corpo per un viaggio del genere non è affatto semplice. La paura di non riuscire e del fallimento è ciò che limita a pensare in grande ma con una gran dose di coraggio metto da parte tutte le mie paure e continuo a seguire il mio sogno.

In realtà non c’è un metodo vero e proprio per preparare la mente, infatti ogni viaggiatore ha le sue strategie. Tutto dipende da quanto ci credi e dalla motivazione con cui affronti l’avventura. Ciò che bisogna tenere in considerazione è il fatto che un viaggio in solitaria porta dopo qualche tempo alla mancanza di socializzazione il che potrebbe risultare per alcuni molto demotivante. Ma chi si avventura in un viaggio in solitaria sa già a cosai sta andando incontro ed è proprio il desiderio di restare soli che ci spinge ad affrontare qualsiasi avventura.

E’ la sensazione di essere persi, di non sapere che cosa ci accadrà domani o dove dormire stanotte che provoca nella mente di un viaggiatore “all’avventura” una sensazione oso dire di dipendenza che si ripete ogni giorno. Per me questo significa viaggiare. Per me questo significa vivere. Per me questo significa essere libero, totalmente libero.

Bicicletta all'alba

La filosofia “On the Road” deriva direttamente dal concetto di libertà, qualcosa che ci sforziamo di provare in ogni viaggio per soddisfazione personale. Viaggiando “on the road”, viviamo ogni momento al meglio delle possibilità. Non pensiamo al passato o al futuro, solo al presente, perché questo è tutto ciò che esiste. Viaggiando on the road, non organizziamo al minimo dettaglio il viaggio, ma piuttosto lasciamo un po’ ignoto per mantenere vivo lo spirito dell’avventura. La libertà di viaggiare on the road trascende i pregiudizi, le aspettative e persino il tempo.

Vivi anche tu la tua prossima avventura al pieno delle tue capacità.

SEE YOU OUT THERE

Strade della Nuova Zelanda